NEW YORK CITY | TRIBORO DESIGN

Posted: June 22nd, 2011 | Author: bighenry | Filed under: New York City | Tags: , , | No Comments »

TRIBORO DESIGN è un team creativo formato da una giovane coppia, David Heasty e Stefanie Weigler, i quali hanno da poco aperto una nuova sede / spazio espositivo su Nassau Avenue a Brooklyn, proprio di fronte a McGorlick Park. Il main goal di TRIBORO è di creare soluzioni visive soprattutto nell’ambito di arte, fashion, musica, design e lifestyle. Ho avuto l’occasione di parlare sia con Stefanie che con David e di percepire da loro una grande umiltà ed una grande lucidità di intenti, ed il fatto che tra i loro clienti vi siano NY Magazine, Apple, GQ ed Adobe passando artisti come CRASS (si proprio loro, guarda qui) e Blonde Redhead, spiega molto chiaramente che il loro approccio a questa professione stia dando i propri, giusti, risultati. Seguono alcune immagini dello spazio espositivo, guardate il loro sito internet per scoprire i loro ultimi lavori: www.triborodesign.com

Triboro Design Solutions | www.triborodesign.com
239 Nassau Avenue, Brooklyn NYC


TORINO / DAVEM

Posted: June 22nd, 2011 | Author: bighenry | Filed under: Turin | No Comments »

Davide Meucci, aka DAVEM è senza dubbio un artista a 360 gradi. Negli ultimi anni ha fatto davvero di tutto e sempre con ottimi e apprezzatissimi risultati. La sua carriera fonda le radici a Torino nello skateboarding e nella pittura, espandendosi all’arte performativa e alla musica come producer di musica elettronica con elementi Jazz, Funk, Pop e Techno, pubblicati da etichette come Karat (France), Spontan Musik (Germania) ed Exprezoo Records (Italia). Oltre ad aver lavorato con diversi brand Italiani e locali, Davem conta all’attivo una serie di artworks realizzati per tre collezioni di “2k by Gingham” (Los Angeles), uno dei più famosi marchi di “Artist t-shirts” con collaboratori del calibro di Barry McGee, David Shrigley, Devendra Banhart, Jeremyville, Matt Furie. Vi proponiamo le fotografie di una delle sue ultime mostre a Torino presso Orfane 30 (a cura di Alice Sergio) ed una delle sue tracce da producer come esempio/campione del suo stile, e vi preghiamo di visitare il suo sito internet per vedere altre immagini e informazioni. www.davidemeucci.com

DAVEM DEVIDE MEUCCI | www.davidemeucci.com

(Fotografie di Alice Sergio)


NEW YORK CITY | Three Kings Tattoo

Posted: June 22nd, 2011 | Author: bighenry | Filed under: New York City | No Comments »

THREE KINGS tattoo è un istituzione qui a Greenpoint e Williamsburg. I ragazzi che vi lavorano sono tutti artisti di grandi capacità e soprattutto Matt, il proprietario, è una persona davvero positiva, assolutamente non formale, dallo spirito contagioso. Ho voluto testimoniare visivamente con queste fotografie il loro studio cercando di riproporre la qualità dell’esperienza vissuta entrando da Three Kings. La zona in cui si trova lo studio è inoltre molto piacevole ed in evoluzione, grazie alla vicinanza con MacCarren Park, ad un isolato, e grazie anche al fatto di essere next door a locali celebri come Enid’s ed il Matchless Bar.

THREE KINGS TATTOO | www.threekingstattoo.com
572 Manhattan Avenue, Brooklyn NYC

(testo e fotografie di Enrico Grosso)


BERLIN / MICHEL BERGER HOTEL

Posted: June 15th, 2011 | Author: bighenry | Filed under: Berlin | No Comments »

Oggi ho toccato con mano il genio e la visione di una coppia tedesca che nell’agosto del 2009, forti del supporto di un architetto ed un designer, ha aperto le porte del design hotel piu intrigante e geniale che abbia mai visitato in vita mia: il MICHEL BERGER HOTEL.
Tutto è stato realizzato in casa in puro stile DIY proprio come piace a noi, dal design delle camere alla scelta dei complementi di arredo usati selezionati nei vari mercatini della città. L’originalità e la vastità dei dettagli è impossibile da descrivere perchè ci sono 119 stanze tutte diverse con tanto di bar/lounge, beer garden interno e ristorante annesso. Il concept è per me assolutamente geniale perchè colpisce un tipo di pubblico fino a qualche anno fa abituato a dormire forse in ostelli o forse sui pavimenti di amici, quel target di persone cioè che io identifico come “giovani adulti”, con un forte background artistico e musicale, viaggiatori compulsivi, bands e creativi con qualche anno in più sulle spalle ma ora con qualche soldino in più a disposizione da investire in confort e qualità di vita. Le camere da Michel Berger però contrariamente a quanto si possa credere costano solo fra i 69 e 189 euro che il prezzo per la camera piu grande che arriva ad ospitare fino a 9 persone. Tutto, e ripeto tutto, incluso l’entusiasmo contagioso di tutto il team che lavora per l’hotel, non è stato lasciato al caso, o forse si, ed è questa la formula magica che permette a questo albergo/galleria/ristorante di evolvere e crescere con il proprio pubblico contro ogni logica di mercato globalizzante e spersonalizzante.
L’hotel è ubicato proprio a ridosso del ponte che unisce i due quartieri di Friedrichshain e Kreuzberg davanti alla fermata di Warschauerstrasse. Non perdetevelo per niente al mondo.

(Testo di Fabio Raffaeli, fotografie di Sandra Gramm)


NEW YORK CITY / Renegade Craft Fair + Brooklyn Flea

Posted: June 15th, 2011 | Author: bighenry | Filed under: New York City | No Comments »

Doppio appuntamento a due passi l’uno dall’altro lo scorso weekend a Williamsburg. Oltre al solito domenicale Brooklyn Flea Market come sempre sul lungo fiume nell’area del waterfront al fondo di N6th Street, a McCarren Park si è tenuto l’appuntamento Newyorkese della Renegade Craft Fair. Gli ingredienti principali della fiera erano i seguenti: giovani imprenditori, artigianato, moda, grafica, stampa, design, gusto ed entusiasmo. Decine di banchi si sviluppavano lungo tutto il perimetro di una della aree del parco, creando un vera e propria fiera a tutti gli effetti, in uno strabordante flusso di idee ed ispirazione. Seguono alcuni scatti sia della fiera che del flea market. Ancora una volta, grazie Brooklyn per essere così inspiring.

Maggiori informazioni BROOKLYN FLEA | RENEGADE CRAFT

(Testo e fotografie di Enrico Grosso)